Fran­cesca Sacchi

Com­pren­dere il pro­prio ciclo

Variazione del ciclo

Il primo passo: Co­no­s­cere il pro­prio ciclo di vita

Non tutte le donne hanno un ciclo per­fetto di 28 giorni: in re­altà, questo di so­lito varia tra i 21 e i 35 giorni. Ma flut­tua­zioni an­cora più grandi non sono rare: studi hanno di­mostrato che il 46% di tutte le donne hanno flut­tua­zioni ci­cliche su­pe­riori a 7 giorni; il 20% di tutte le donne anche su­pe­riori a 14 giorni [1]. Se si hanno flut­tua­zioni ci­cliche che su­perano i 21 o 35 giorni, è con­siglia­bile con­sul­tare un gi­neco­logo se si de­si­dera in­tra­pren­dere un per­corso di gra­vi­d­anza.

Il mo­tivo: ci sono solo pochi giorni al mese in cui si può ri­ma­nere in­cinta. La fi­nestra tem­po­rale per la fecon­da­zione dell’ovocità è di 12–18 ore dopo l’o­vu­la­zione. Quindi, se si vuole avere un figlio, vale la pena di re­gis­trare il pro­prio ciclo e co­no­s­cerlo me­glio. Oltre alla pos­si­bi­lità di in­serire il pro­prio ciclo in un ca­len­dario pe­riodico, ora ci sono anche varie app che lo ren­dono pos­si­bile.

Ma anche per co­loro che co­no­scono in modo chiaro i giorni fer­tili, sono sani e fanno sesso al mo­mento giusto, la pro­ba­bi­lità media di gra­vi­d­anza per ciclo mes­truale è solo del 25% [2].
Inoltre, vari studi hanno di­mostrato che la metà di tutte le co­ppie che de­si­de­rano avere figli non co­nosce l’­arco tem­po­rale dei giorni più fer­tili, il che ri­duce ul­te­riormente questa pos­si­bi­lità [3].

La mag­gior parte delle donne ovula circa 12–16 giorni prima delle mes­tru­a­zioni. Il pe­riodo tra l’o­vu­la­zione e le mes­tru­a­zioni è ab­bast­anza co­s­tante per la mag­gior parte delle donne. Le flut­tua­zioni del ciclo sono so­li­tamente do­vute a una ma­tu­ra­zione ri­tar­data o ac­ce­le­rata delle uova, che spesso possono avere cause psi­co­lo­giche: stress sul la­voro o nella vita di tutti i giorni, viaggi a lunga di­stanza con cam­bia­menti tem­po­rali o forti flut­tua­zioni emo­tive. In de­fi­ni­tiva, più si co­nosce il ciclo e i segnali del corpo, più si può in­flu­en­zare la pro­ba­bi­lità di ri­ma­nere in­cinta.

De­ter­mi­nare i giorni fer­tili

Un me­todo po­polare per de­ter­mi­nare il pe­riodo fer­tile della donna è il co­sid­detto me­todo di misura­zione della tem­pe­ra­tura. La donna misura la tem­pe­ra­tura cor­porea con l’aiuto di un ter­mo­metro e la re­gistra. Il ri­sul­tato è una co­sid­detta curva ba­sale, che può in­di­care il mo­mento ideale per il con­ce­pi­mento. Questo tempo è es­at­ta­mente prima che la tem­pe­ra­tura ba­sale aum­enti. Al­l’i­nizio, questo me­todo può ri­chie­dere uno o più cicli di eser­cizio per ac­qui­sire fa­mi­lia­rità con la ges­tione e l’in­ter­pre­ta­zione dei va­lori.

Inoltre, il vo­stro pe­riodo fer­tile può es­sere de­ter­mi­nato con l’aiuto di test di ovu­la­zione, che sono ora dis­po­ni­bili in su­per­mer­cati, far­macie e on­line. L’aum­ento del­l’or­mone lut­ei­niz­zante (LH) nelle urine viene misurato con un test di gra­vi­d­anza. Poiché questo cam­bia­mento or­mo­nale av­viene tra le 24 e le 36 ore prima del­l’o­vu­la­zione, un va­lore LH cre­scente mostra l’ap­proccio dei vostri giorni fer­tili.

Un terzo me­todo è l’os­ser­va­zione del muco cer­vi­cale e la pal­pa­zione della cer­vice. Il muco cer­vi­cale è una se­c­re­zione for­mata da ghi­an­dole della cer­vice che cambia con­sis­tenza du­rante il ciclo. Ciò con­sente di trarre con­clu­sioni sulla ris­pet­tiva fase del ciclo. Ad es­empio, poco prima del­l’o­vu­la­zione è più ve­troso, più tras­pa­rente e meno vis­coso. Questo aiuta gli sper­ma­tozoi ad ent­rare nel­l’u­tero più ve­lo­ce­mente e più fa­cilm­ente.

Persona felice

Tasso cumulativo di gravidanza

Non è raro che le co­ppie ab­biano bi­sogno fino a un anno di ten­ta­tivi

Ri­ma­nere in­cinta non è così fa­cile. Uno studio mostra che tra tutte le donne in Ger­mania che co­no­scono il loro ciclo e vo­gliono ri­ma­nere in­cinte, solo la metà circa ci riesce du­rante i primi 3 mesi. Dopo 6 mesi circa il 65% delle co­ppie ha rag­gi­unto l’obiettivo e dopo un anno circa l’80%. Per le co­ppie che pro­vano per 2 anni, il tasso sale all’89% [4].

La pro­ba­bi­lità di gra­vi­d­anza di­pende in larga misura anche dal­l’età della donna. Come re­gola ge­ne­rale, le donne più gio­vani ri­man­gono in­cinte più ve­lo­ce­mente delle donne più an­ziane perché la pro­du­zione or­mo­nale e le ri­serve di uova di­mi­nuis­cono con l’età. A se­conda del­l’età, può quindi es­sere del tutto nor­male che il con­ce­pi­mento ri­chieda fino a un anno. Tut­tavia, se avete pro­vato senza suc­cesso per più di un anno, è con­siglia­bile con­sul­tare un medico.

» Agno­casto: come il “pepe dei mo­naci” può fa­vo­rire la fer­ti­lità

ragazza sorridente

 

Come aiutiamo

In Fer­tilly, ab­biamo de­ciso di sos­tenere le co­ppie (omo­ses­suali ed ete­ro­ses­suali) e i single nel loro per­corso per sod­dis­fare il loro de­si­derio di avere figli. Per noi è im­portante creare tras­pa­renza nel­l’area delle of­ferte sul tema della fer­ti­lità, tras­met­tere in­for­ma­zioni e co­no­s­cenze sui temi della gra­vi­d­anza e della fer­ti­lità e aiutare te e te a tro­vare la cli­nica della fer­ti­lità più ad­atta. Grazie alla col­la­bo­ra­zione con centri di fer­ti­lità di pri­m’or­dine in Ger­mania e al­l’es­tero, le do­mande su Fer­tilly ri­ce­vono un tr­at­ta­mento pre­fe­ren­ziale. In questo modo i nostri pa­zi­enti evi­tano i tempi di at­tesa so­li­tamente lunghi e rag­gi­ungono più ve­lo­ce­mente la loro de­sti­na­zione.

Se de­si­deri saperne di più su cli­niche, tassi di suc­cesso e prezzi, ti preghiamo di con­tatt­arci uti­liz­zando questo ques­tio­nario. Ti con­sigliamo gra­tui­tamente e senza im­pegno.

Il no­stro pro­cesso

  • Ris­pondi alle prime do­mande nel form on­line per pre­no­tare un app­un­ta­mento. In questo modo pos­siamo ris­pon­dere me­glio alle tue esi­genze in con­ver­sa­zione.

  • Tro­veremo il miglior re­fe­rente per il tuo caso spe­ci­fico. Con­cedi 20 mi­nuti per la con­sul­ta­zione.

  • Ti pre­sen­te­remo il centro di fer­ti­lità che fa per te dalla nostra rete, pren­de­remo un app­un­ta­mento e ti ac­com­pa­gne­remo fino a quando non avrai es­au­dito il tuo de­si­derio di avere figli.

Parla con noi

Fonti:

1. Creinin, Ke­ver­line & Meyn. How re­gular is re­gular? An ana­lysis of mens­trual cycle re­gu­la­rity. Con­tracep­tion (2004) 70:289–92
2. Co­lombo & Ma­sa­rotto. Daily Fecunda­bi­lity: First Re­sults from a New Data Base. De­mo­gra­phic Re­se­arch (2000)
3. Johnson SR., et al. Human Re­pro­duc­tion (2011) 26: i236.
4. Juul, Karmaus & Olsen. Re­gional dif­fe­rences in wai­ting time to pregnancy: pregnancy-based sur­veys from Den­mark, France, Ger­many, Italy and Sweden. Human Re­pro­duc­tion (1999), 14: 1250–1254